Sezione A.I.A. di Lodi

R.T.O. del 21/09/2018

Una nuova stagione è iniziata e ora siamo tutti pronti a riprendere le buone vecchie abitudini,

dopo un riscaldamento costituito dalle prime partite, è arrivata anche la prima riunione tecnica della stagione.

In questo appuntamento il nostro ospite è stato Ignazio Ziino Colanino della sezione di Legnano, membro del Settore Tecnico che, per cominciare, ha voluto dare dei suggerimenti, soprattutto ai più giovani, per quanto riguarda l’immagine dell’arbitro che si presenta alla partita.

Il ruolo dell’arbitro non è semplice e per iniziare bene una partita ci si deve innanzitutto presentare al campo in maniera opportuna.

I due punti importanti sono:

* Vestirsi nel modo adeguato a fornire una buona impressione a chi ci troviamo davanti;

* L’atteggiamento, verbale e non, da tenere nello spogliatoio durante l’appello, dove tutti i calciatori ci osservano. Per esempio, è importante non sbagliare i cognomi e quindi dare un’immagine autorevole fin da subito.

Ignazio ha poi voluto aprire una parentesi sui colleghi osservatori e dare dei consigli anche a loro per svolgere al meglio il loro compito.

Dal suo discorso è emerso che, per fare l’osservatore, si deve avere la passione per questo compito, poiché solo così si può essere utili e si riesce a dare una mano ai ragazzi a crescere e a eliminare gli aspetti negativi.

Chiusa questa parentesi il discorso è ripreso sugli arbitri affermando che l’allenamento e la conoscenza del regolamento sono requisiti fondamentali per fare questo mestiere, sono le basi, le colonne portanti e dipende solo dalla volontà di ognuno di noi accrescerle il più possibile.

La serata si è conclusa con alcuni video in cui alla platea veniva chiesto di individuare l’infrazione e di decidere il provvedimento tecnico e disciplinare adatto.

Abbiamo così ripassato la casistica sul fallo di mano, sulla DOGSO e sulla SPA.

Come da tradizione è intervenuto anche il nostro Renato Faverani, dandoci dei consigli per quanto riguarda l’importanza del Timing, sul posizionamento giusto da assumere durante un’azione per risultare credibili quando fischiamo un fallo.

Insomma, questa lezione è servita in particolar modo per sottolineare che essere arbitro aiuta a crescere e che si deve avere sempre un obiettivo nella vita quotidiana.

CONCENTRAZIONE, ATTENZIONE, DECISIONE e PASSIONE sono i quattro elementi principali che ognuno deve possedere per fare al meglio il proprio lavoro in campo.

Un grazie a Ignazio per averci dato questi spunti, sperando che questi arricchiscano sempre di più il nostro bagaglio di esperienze in campo e nella vita quotidiana.

 

A.E. Rosa Longobardi

 

IMG_4861 IMG_4858 66E70102-9CEC-4842-8F68-279EE077BB57