Sezione A.I.A. di Lodi

R.T.O. del 29 Marzo 2019

Renato Faverani è stato il relatore della RTO tenutasi venerdì 29 Marzo. Attuale Componente della Commissione Arbitri Nazionale PRO, nella sua carriera come assistente arbitrale, ha raggiunto le vette più alte del calcio, arrivando alla Finale di Champions League nel 2012-2013 e portando con sé il nome della Sezione AIA di Lodi fino alla Finale di Coppa del Mondo in Brasile nel 2014.

Assistito nella serata dagli altri nostri colleghi sezionali Enrico Maggio, Giorgio Ravera e Francesco Aloise, fin da subito Faverani ha voluto evidenziare i temi della serata: Equilibrio e Uniformità. Attraverso uno schema, ha spiegato l’importanza di questi due pilastri che, subito dopo il Regolamento e la Condizione Atletica, che ormai vengono dati per scontati in un arbitro, portano ad una conduzione della gara corretta ed efficace. È proprio su questi punti, afferma Renato, dovrebbero insistere gli Osservatori Arbitrali, dando consigli per far crescere i nuovi direttori di gara. Questi due fondamentali sono complessi da applicare quando la situazione o il fallo, si consumano nelle cosiddette “zone grigie” cioè quando l’episodio non è nitido e spetta a noi sbilanciarci per un provvedimento piuttosto che un altro, in particolare è su queste decisioni dove si vede la differenza di maturità tra un arbitro e un altro. Nel proseguo della serata abbiamo esaminato dei filmati, riguardanti la stessa partita, così da poterci immedesimare in questa e non visionare dei singoli episodi distaccati fra loro, in modo da valutare ogni singolo fischio nella completezza della gara. Successivamente sono intervenuti anche gli altri relatori con i loro video, in particolare, Maggio e Aloise, hanno portato esempi di Mass Confrontation, ovvero quei momenti in cui due o più giocatori avversari litigano e discutono, situazioni sempre molto difficili da affrontare. La mass confrontation è come una fiammella da spegnere immediatamente, prima che diventi un incendio e si trasformi in uno scontro fisico.

Questo tipo di situazione ci riconduce sempre all’argomento chiave della serata, infatti è proprio con equilibrio ed uniformità della decisione arbitrale che quest’ultima può essere accettata da tutte le parti prese in causa, portandola ad avere l’effetto desiderato, riportare la situazione ad uno stato di calma e correttezza.

Dopo un breve giro di considerazioni tra i presenti la riunione è stata chiusa dal nostro Presidente Emanuele Marchesi che ha voluto sottolineare come il confronto con colleghi di tale esperienza di sia fondamentale alla crescita di tutti.

La RTO è stata come sempre utile e formativa. Renato ha messo a disposizione di tutti i presenti tutte le sue conoscenze, in un clima familiare e con la giusta dose di ironia, elargendo consigli fondamentali per la crescita sia dei più giovani che dei colleghi più navigati.

 

A.E. Davide Scalvi

 

P_20190329_224605 P_20190329_224621 P_20190329_225015