Sezione A.I.A. di Lodi

R.T.O. del 25 Ottobre 2019

Venerdì 25 Ottobre si è tenuta la terza riunione tecnica della stagione, una serata diversa dalle altre poiché l’aspetto della vita arbitrale trattato è stato quello alimentare. Dopo aver salutato gli associati presenti il nostro Presidente Emanuele Marchesi ha presentato l’ospite della serata: il Dottor Giuseppe Cucinotta, dietista, nutrizionista, nonché Assistente Arbitrale della Sezione di Brescia in forza alla CAN D.

Giuseppe ha esordito dicendo che lo sport e un’alimentazione sana rappresentano le fondamenta per un buono stato di salute ed è la loro unione a dare i risultati migliori. Nella prima parte di serata si è parlato di quale può essere un’alimentazione corretta ed equilibrata, e degli accorgimenti e delle piccole regole, da seguire per rispettarla, relative a quantità, qualità e varietà degli alimenti che si assumono, consigli che Cucinotta ci ha fornito con l’aiuto di alcune slide intuitive e con tabelle ricche di esempi.

L’attenzione è stata posta, successivamente, sull’attività fisica, calcolando il nostro impegno negli allenamenti a cui si aggiungono le gare, la quantità di esercizio fisico che effettuiamo si attesta intorno alle 8 ore settimanali. Noi, a fronte di queste ore, tendiamo, inconsciamente, a sovrastimare la nostra attività pensando di bruciare molte più calorie di quante poi, effettivamente, ne consumiamo, così da poterci permettere un’alimentazione più “libera” e meno controllata, ma l’apporto energetico giornaliero deve essere adeguato al consumo calorico e, all’interno della propria dieta, devono essere presenti tutti i principi nutritivi che garantiscono benefici per la salute e il raggiungimento di una forma atletica ottimale.

Un’alimentazione ricca di carboidrati accompagnata da un adeguato apporto di proteine è fondamentale per un arbitro (e ogni sportivo in generale) e queste vanno assunte con metodo prima e dopo lo sforzo fisico, sia per mantenere una corretta forma atletica, sia per facilitare il recupero post-attività fisica, favorendo in questo modo il naturale rafforzamento muscolare. Infatti, il muscolo, durante lo sforzo si “distrugge”, ma alimentandoci in maniera corretta reintroduciamo i carboidrati che ci danno energia e le proteine che andranno a riparare le fibre muscolari danneggiate dall’allenamento. Alla luce di questo ragionamento, il Dottore, ha introdotto il concetto di “carico dei carboidrati”: ovvero aumentarne il consumo nel corso della settimana per arrivare il giorno della gara con le necessarie scorte di glicogeno.

Il Dottor Cucinotta ha poi continuato fornendo consigli per quanto riguarda l’alimentazione ideale da adottare nella giornata della gara, elencando le sostanze nutritive che non possono mancare e quelle da evitare:

  • Prima della gara: pasto facile da digerire povero di proteine, grassi e fibre ma ricco di carboidrati; da consumarsi con congruo anticipo (dalle 3 alle 4 ore precedenti la gara per permettere il completo svuotamento gastrico);
  • Poco prima e durante la gara: introdurre i carboidrati necessari sotto forma di integratori se con il pasto non ne abbiamo raggiunto il livello ideale e un’attenzione particolare all’idratazione;
  • Dopo la gara: Assumere carboidrati e le proteine necessarie alla ricostruzione muscolare, bere molta acqua per il ripristino idrico e, se necessario, consumare gli amminoacidi propedeutici al recupero muscolare.

Gli ultimi accorgimenti dati da Giuseppe sono destinati a colore che hanno gare al mattino, per loro è possibile fare scorta di carboidrati con la cena della sera prima e appena svegli, consumando una colazione leggera, così come per coloro con gara alla sera è opportuno consumare un pranzo abbondante e ricco di carboidrati con aggiunta di un modico quantitativo di proteine, e una merenda leggera da consumere circa tre ore prima della gara.

Al termine della serata il Presidente ha ringraziato Giuseppe per tutti i consigli dispensati, omaggiandolo con un tipico dolce lodigiano: la Tortionata.

AE Simone Mazzilli

 

IMG_3731 IMG_3733 IMG_3735