Sezione A.I.A. di Lodi

RTO del 5 Marzo 2021

Dopo una prima parte di anno in cui le riunioni tecniche si sono svolte per fasce differenziate, nella serata di venerdì 5 marzo la Sezione di Lodi è tornata alla consueta RTO online con tutti gli associati convocati.

Ad aprire l’incontro, come di consueto, l’intervento del Presidente Marchesi che dopo aver salutato la platea ha portato a conoscenza gli associati di quanto accaduto a Fiumicino qualche settimana rima con l’elezione del nuovo Presidente dell’AIA Alfredo Trentalange. Il Presidente prima di lasciare la parola al relatore della riunione ha chiarito che la Sezione resterà aperta solo quando torneremo ad essere in zona gialla e che nel rispetto dei protocolli sarà possibile ritirare la tessera associativa, il regolamento e la divisa o per versare la quota associativa, qualora non fosse possibile effettuare il bonifico.

Dopo questa introduzione siamo passati al lato tecnico della serata. Il nostro OA Gianluca Ferrari ha tenuto una lezione sul calcio a 5, di cui è il Responsabile per la Sezione. A dar man forte a Gianluca altri due nostri associati: Giorgio Bondioli, che da qualche stagione si cimenta nella disciplina a livello sezionale, e Simone Marino, attualmente in organico CRA sempre per il futsal.

Gianluca ha spiegato la struttura del calcio a 5 partendo dal massimo campionato fino ad arrivare alle competizioni giovanili, passando infine alle manifestazioni UEFA e FIFA.

La serata è poi continuata con l’analisi di quelle che sono le differenze con il calcio a 11 scorrendole regola per regola. Facendo degli esempi possiamo iniziare dalle porte che non sono fissate a terra, ma solo bloccate con un sistema antiribaltamento fino ad arrivare al conteggio cumulativo dei falli che porta al tiro libero. Un’altra peculiarità riguarda proprio il mondo arbitrale: infatti nelle categorie maggiori sono presenti due arbitri per ogni gara. Questo obbliga i colleghi ad avere una forte sintonia, per uniformarsi nel giudizio in ogni area del rettangolo di gioco.

In aggiunta abbiamo anche il cronometrista che si occupa di fermare il tempo ogni qualvolta il pallone cessa di essere in gioco. Essendo uno sport praticato all’interno dei palazzetti i ragazzi ci spiegano che abbiamo anche altre particolarità: i tifosi, che siedono a qualche metro dal gioco, e il pallone, che quando tocca il soffitto cessa di essere in gioco.

Tutte queste diversità hanno stimolato la platea che ha reagito ponendo domande molto interessanti su un mondo ancora poco conosciuto.

Cogliamo l’occasione per ringraziare Gianluca, Giorgio e Simone per aver costruito una RTO molto interessante e per ricordare a tutti gli associati il prossimo appuntamento con la RTO di giovedì 18 marzo in cui accoglieremo l’ospite nazionale Marco Piccinini, arbitro attualmente inserito nell’organico CAN.

 

AE Federico Aprea

1copertina 2 3 4 5